gestione delle malattie croniche

L’alimentazione è e deve essere un aspetto essenziale per mantenere uno stile di vita sano. “Siamo ciò che mangiamo” diceva il filosofo Ludwig Feuerbach. Una frase che descrive perfettamente il ruolo che ha il cibo. Quest’ ultimo infatti fornisce al nostro corpo le sostanze nutritive e l’energia necessaria per funzionare correttamente.  Ciò che mangiamo influenza sia il microbiota intestinale che tutto il sistema immunitario. Spesso e volentieri invece non prendiamo in considerazione l’importanza di una corretta alimentazione nella prevenzione, trattamento e gestione della maggior parte delle malattie croniche.

Oggi giorno, ci troviamo di fronte ad una vera e propria epidemia di malattie metaboliche e croniche. Basti pensare al diabete, che secondo i dati ISTAT, colpisce oltre 3,5 milioni di italiani, con un trend in continuo aumento. È stato dimostrato inoltre da più studi che una corretta alimentazione basata su un ridotto apporto di carboidrati associata a uno stile di vita attivo possa non solo prevenire il diabete, ma anche curarlo. 

Alimentazione per le malattie croniche

Quale tipo di alimentazione è meglio adottare? L’obiettivo è escludere tutti i cibi pro-infiammatori che con il passare del tempo contribuiscono all’insorgenza della malattia. 

Le nostre abitudini alimentari, con gli anni, si sono modificate, incentrandosi verso un consumo smodato di zuccheri, cereali raffinati e prodotti “light”. Si fa inoltre un abuso di alimenti trasformati e oli vegetali polinsaturi che determinano un processo infiammatorio. Quest’ultimo è spesso alla base della maggior parte delle patologie moderne, metaboliche, endocrine e immunitarie.

Orientarsi su cibo ‘vero’ come carne, pesce, uova, frutta, verdura e grassi ‘buoni’ (come l’olio extravergine di oliva, olio di cocco) è fondamentale. Contribuisce infatti ad abbassare i livelli di infiammazione, a migliorare i sintomi, e spesso a far regredire totalmente la patologia. 

Malattie croniche: rivolgersi sempre a uno specialista

Malattie diverse, esigenze nutrizionali diverse. Sono molti i fattori, l’età, il sesso, il livello di attività fisica e lo stato di salute generale. Per questo motivo è fondamentale rivolgersi a uno specialista della nutrizione, che saprà dare le giuste linee guida e indirizzarvi verso un’alimentazione personalizzata alle vostre esigenze, gusti e condizioni cliniche. Saprà inoltre guidarvi meglio nella gestione delle malattie croniche.

Il mio obiettivo e ciò che amo fare è proprio questo: informare ed educare a mangiare bene migliorando in questo modo la qualità della vostra vita.